Uda sulle tradizioni popolari – “Te la conto come dicevano una volta”

Uda sulle tradizioni popolari

“Te la conto come dicevano una volta”

Unità di apprendimento per le classi seconde della Scuola Secondaria di Primo Grado

Discipline coinvolte e/o campi di esperienze: Italiano,  Storia, Geografia, Lingue straniere, Arte e Immagine, Scienze motorie, Musica, Religione.

Compito di realtà: 

Video narrazione tematica, in dialetto siciliano e relativa traduzione in italiano, sulla scorta di una selezione di  testi, proverbi e giochi popolari dell’antica tradizione siciliana

N.B. 

Il titolo la dice lunga e vorrebbe essere ambizioso. Provare non nuoce!

La seguente Unità di Apprendimento è una proposta operativa, volta al recupero o all’approfondimento delle peculiarità linguistiche e lessicali della lingua siciliana (il che non toglie che l’UDA non possa essere modificata ed applicata nei vari contesti regionali o locali), nonché al recupero di particolari aspetti dell’ormai passata tradizione popolare della Sicilia di una volta, siano essi i proverbi, i modi di dire, i giochi (che, noi siciliani globalizzati, purtroppo, abbiamo  del tutto dimenticato!), le filastrocche, i racconti. Ovviamente, tutto ciò deve passare al vaglio dei docenti che propongono l’UDA, comportando una giusta mediazione e una selezione dei contenuti.

Te la conto come dicevano una volta – Uda seconda classe

Gioacchino Di Bella

Salemi, 13 maggio 2021

L’uso del testo e/o delle immagini contenute su questo sito, sia per intero che parziale, senza previa autorizzazione è proibita. Per ogni uso delle immagini e dei testi siete pregati di contattare l’autore con largo anticipo, mediante e-mail. Il contenuto di questa pagina e tutti i contenuti del sito (testi, immagini ecc.) sono di proprietà  intellettuale dell’autore e sono soggetti a “Riproduzione Riservata“; né è, quindi,  vietata, ai sensi della Legge 633/41, la riproduzione, anche parziale, senza esplicita autorizzazione scritta.

 

In classifica